Category: 320 chili

 

un Premio Equilibrio 2010 di 320Chili320Chili won Equilibrio Prize 2010

Il Collettivo 320chili

ha vinto il Premio Equilibrio 2010 con lo spettacolo in forma breve

Ai Migranti

Le migrazioni sono spostamenti che gli animali compiono in modo regolare, periodico, lungo rotte ben precise, e che coprono distanze anche molto grandi.
Le migrazioni sono un andare di persone a piedi e per mare, stracci addosso e occhi spalancati, nervi tesi, cuore sospeso ad aspettare l’Oltre.
Le migrazioni sono un andare avanti camminando indietro, guardando verso il passato per poi girarsi e accorgersi di aver fatto strada.
Le migrazioni sono necessità istintuale di movimento interiore ed esteriore.



Premio Equilibrio 2010

La giuria internazionale, presieduta dal coreografo Sidi Larbi Cherkaoui e composta da Carole Fierz, Paris Quartier d’ete – Paris; Brigitte Fürle Berliner Festspiele – Berlin; Gil Mendo Culturgest – Lisbon; Benoît Swan – Pouffer Cedar Lake Contemporary Ballet – USA; Suzanne Walker Sadler’s Wells – London,  ha scelto il lavoro della compagnia con le seguenti motivazioni:

«Ai Migranti di 320Chili offre un esempio poetico ed emotivamente efficace di lavoro collettivo. Gli artisti/interpreti hanno saputo coniugare le diverse esperienze di formazione in un risultato corale e armonico che prende, tra l’altro, ispirazione da un evento rilevante della nostra epoca, le migrazioni, che riguarda tutti noi. La giuria ha apprezzato la capacità di creare immagini evocative e pittoriche, risultato ottenuto con pochi mezzi e sfidando il linguaggio abituale delle loro discipline. La giuria incoraggia 320Chili a mantenere e sviluppare questo approccio.»

320CHILI

won Equilibrio Prize 2010 with short format work

Ai Migranti

Equilibrio prize 2010 – jury motivations:

«Ai Migranti of 320Chili, offers a poetical and emotionally effective example of collective work. The artists/performers have well achieved a fusion of their different formation experiences, obtaining a coral and harmonic result, inspired by a relevant event of our age, migrations, something that concerns us all. The jury has appreciated the capacity of creating vocative and pictorial images, a result obtained with few tools and challenging the usual language of their discipline. The jury encourages 320Chili to maintain and develop this approach.»